Patente scaduta cosa fare

Patente scaduta cosa fare

In caso di patente scaduta bisogna immediatamente attivarsi per rinnovare il documento di guida.

La multa per chi circola non in regola sono particolarmente salate: da 160 a 644 euro più il ritiro della patente.

Inoltre se il documento è scaduto da più di 3 anni, c’è l’obbligo di sostenete nuovamente l’esame di teoria e pratica cioè la revisione della patente, e l’assicurazione non copre i danni di chi guida con patente scaduta.

Con la patente scaduta cosa fare per non incorrere in sanzioni?

Innanzitutto bisogna procurarsi una serie di documenti: carta d’identità valida, patente scaduta, codice fiscale, due foto tessera recenti, occhiali o lenti a contatto per chi ha difetti alla vista e ricevuta del versamento dei diritti motorizzazione.

Patente scaduta cosa fare

Successivamente si deve prenotare una visita medica per l’accertamento dei requisiti fisici e psichici di idoneità alla guida. La visita si può effettuare, previo appuntamento e con documenti alla mano anche presso questo sito www.patenterinnovata.it

 

Dopo la visita, il medico trasmette in via telematica al Ministero dei Trasporti il relativo certificato, la foto, la firma del patentato e gli estremi dei versamenti.

Se la visita ha avuto esito positivo, il medico stampa la ricevuta di avvenuta conferma di validità e la consegna all’interessato.

La ricevuta è valida esclusivamente per la circolazione sul territorio italiano e fino al ricevimento della nuova patente (e comunque non più di 60 giorni).

Il Ministero invia poi la patente rinnovata all’indirizzo del titolare tramite posta assicurata, con spese a carico del destinatario.